Le sardine, le piazze e le rose

La next big thing di questo inverno 2019 che signoramia s'è fatto quantomeno attendere (l'inverno non la next big thing) è senza dubbio il cosiddetto Movimento delle Sardine o, più laconicamente: Sardine. Dal sorprendente exploit bolognese stanno gemmando altre iniziative che vengono definite per quello che sono (flash mob) ma organizzate in modo tale da... Continue Reading →

It – Capitolo 2: crescere è una grandissima sòla

It - Capitolo 2 (A. Muschietti, 2019) Questa recensione non richiesta è non richiesta innanzitutto da me. Il secondo capitolo del primo adattamento cinematografico del librone kinghiano è, per essere ingiustamente sintetici, una poderosa puttanata e questa recensione è diciamo motivata principalmente dai miei tratti OCD che non possono tollerare l'idea di aver recensito solo... Continue Reading →

Il “pornodiscorso” di Conte al Senato

Strappato alla spiaggia dal brutale imporsi della contingenza politica, interrompo le ferie recensorie richiestissime (almeno dal sottoscritto) con una recensione non richiesta brulè, non mediata, poco ragionata e appena appena documentata: diciamo pure summer edition ma è poco più di quel che merita la circostanza. Il Discorso di Conte al Senato del 20 agosto 2019... Continue Reading →

Quella cosa che Netflix ha fatto a Black Mirror

L'ultima stagione di Black Mirror, ex capolavoro dell'ex televisione ex britannica, è stata rilasciata a giugno da Netflix ed è una cosa talmente brutta da lasciare solo il desiderio che sia anche l'ultima. Serie di culto paranoica, cupa ai limiti dell'espressionismo, Black Mirror è stato l'opaco manifesto della presammale negli Anni 10 del XXI Secolo,... Continue Reading →

Perché un Pride “sobrio” non ha senso

Nell'Anno del Signore 2019 le automobili non volano, l'unico corpo celeste su cui abbiamo messo i piedi resta ancora la Luna, l'intelligenza artificiale la usiamo per trovare il ristorante più vicino e per favore non fatemi parlare del teletrasporto che neanche riusciamo a tenerci una linea di metropolitana intatta. Nell'Anno del Signore 2019 le stampanti... Continue Reading →

Le Europee e altre creature fantastiche

In questi giorni circa 400 milioni di persone in Europa sono chiamate a votare per i propri partiti nazionali, che si presentano in una veste diversa dal solito e semi-sconosciuta, nonostante si voti così ogni 5 anni dal 1979: le Elezioni Europee. Le Elezioni Europee sono probabilmente il rituale politico meno eccitante (a patto di poter... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑