Piazzale Loreto spiegato a un bambino

Buongiorno bambini, oggi state molto attenti perché impariamo una cosa importantissima: il 28 aprile di settantaquattro fa, i partigiani uccisero Benito Mussolini e alcuni dei suoi. Il giorno dopo, cioé il 29 aprile 1945, i loro corpi furono appesi per i piedi e mostrati a tutti, in una piazza in cui un anno prima s’era consumata una strage di partigiani. Era un fatto importante, simbolico no? Lo capite vero? State molto attenti bambini, aprite il quaderno e scrivete tutto, perché su questo episodio proveranno a dirvi qualunque cosa, pur di farvene dimenticare il senso. 

Vi diranno che è stato un errore, che poverino Benito meritava un processo, in un Paese allo sfascio, ridotto in macerie dalla guerra, politicamente vacillante, pieno di fascisti appostati dietro agli angoli. Forse avremmo dovuto fargli fare un po’ di galera, fargli scrivere un paio di memorie, permettergli di lanciare qualche comunicato ai suoi, tenendo vivo il flebile tizzone fascista che stava tristemente spegnendosi sotto la cenere. Scontata la sua pena, avrebbe fatto un’ultima apparizione su Rai Uno, duettando con Nilla Pizzi.
Pizzi, Luiggino, “Nilla Pizzi”, in quegli anni era tipo Chiara Ferragni però con un talento.

Cari bambini, io queste cose le dico a voi perché gli adulti sono un po’ andati ormai, diciamo che in Occidente abbiamo bruciato almeno un paio di generazioni appresso a questa cosa del sovranismo, che ha preso piede dopo la crisi economica del 2008.
“Sovranismo”, Luiggino, il sovranismo è tipo Chiara Ferragni, solo che mentre la Ferragni ti convince che il tuo problema è che non hai le scarpe coi brillantini, il sovranismo ti convince che il tuo problema è un ragioniere del Gambia a cui hanno arrestato e torturato tutta la famiglia.
La principale conseguenza di questa cosa è che tra i grandi c’è chi ha completamente liberato non solo il fascismo politico, che per esempio è quello di chi si dichiara felicemente razzista, o di chi vuole risolvere i problemi con più polizia, con più armi, con più divieti, ma anche il razzismo storico, cioè proprio quello del Duce, dei saluti romani e della rilettura morale della morte di Mussolini.
Mussolini, Luiggino…Mussolini… no non c’entra un cazzo con la Ferragni.
Cari bambini, c’è addirittura chi vi dirà che uccidere un dittatore con i suoi leccapiedi ed esporne i corpi in piazza sia stata una “pagina oscura” della nostra Storia. Chissà gli insegnanti di queste persone, a scuola, come avranno definito il delitto Matteotti, le leggi razziali, la strage di partigiani a Piazzale Loreto, i crimini di guerra nelle campagne africane, il confino a Ventotene. Capite che non c’è nulla di utilizzabile in un’argomentazione del genere, che è solo fumo negli occhi per camuffare e tramandare la nostalgia per la dittatura che è ancora vivissima in questo Paese… voi lo capite, vero? A queste persone non importa proprio niente della violenza o della moralità, basta dare una rapida occhiata a quello che scrivono sotto la notizia di un naufragio di migranti.
Ecco, bambini, questa è la definizione perfetta di buonismo. Buonista è chi si indigna moralmente per Piazzale Loreto mentre nella sua vita insiste nell’essere una fulgida, splendente testa di cazzo. Rimettiamo le cose al loro posto, almeno con voi, cari bambini, che capite.

Cosa bisogna fare con un dittatore che sospende i diritti civili, promulga leggi che scavalcano la sovranità popolare, trascina un continente in una guerra genocida, si allea con i peggiori criminali della nostra Storia recente, mette in galera le persone, le manda al confino, le fa picchiare e torturare? Bravo, Luiggino: lo si ammazza e lo si appende per i piedi. Uccidere un dittatore è giusto, è la cosa più giusta che un Popolo possa mai fare. I dittatori si ammazzano e dei loro corpi si fa scempio, cari bambini.

Del resto, lo capite anche voi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: